Echinodorus var. ozelot

Echinodorus ozelot

 

Nome scientifico: Echinodorus ozelot
Famiglia: Alismataceae
Provenienza: Sudamerica – “cultivar”
Valori acqua: Temperatura 15/30 – PH 6/9 – Durezza 6/18
Coltivazione: Sommersa – Semisommersa
Substrato: Senza eccessive esigenze
Moltiplicazione: – Piante avventizie sul rizoma
– Piante avventizie sullo scapo fiorifero
– Per via sessuata cioè fiori e semi
Difficoltà di coltivazione: Facile – Crescita media

 

Tra i numerosi ibridi del genere troviamo l’Echinodorus Ozelot ottenuto dall’incrocio tra E. Schlueteri Leopard e E. x Barthii. È molto decorativo e robusto, adatto per i principianti. E’ sorprendente la sua crescita rigogliosa in qualunque tipo di acqua e entro un ampia forbice termica (15/30 gradi). Può raggiungere infatti i 40 – 50 cm. di altezza. Anche l’utilizzo costante di Co2 influisce positivamente.

La pianta ha foglie marrone-rosso con punti neri e li conserva indipendentemente dalla luce presente e dalle altre condizioni dell’acquario.

Raramente riesce la propagazione vegetativa tramite divisione del rizoma o piante avventizie sulle infiorescenze. La pianta sviluppa uno scapo fiorifero che cresce fin fuori l’acqua facendo sbocciare dei bei fiori bianchi.

 

Echinodorus ozelot

 

_______________________________________________________

a cura di gio1265 – Foto: ex-portale poecilidi.com – © 2011 by Tropicalia, è severamente vietata la riproduzione anche parziale di testo e immagini senza il consenso dell’autore o dello Staff di www.tropicaliaonline.it.

 

Commenti chiusi