Echinodorus palaefolius

Echinodorus palaefolius

 

Nome scientifico: Echinodorus palaefolius
Famiglia: Alismataceae
Provenienza: Brasile orientale
Valori acqua: Temperatura 23/28 –  PH 5,5/8 – GH 6/18
Coltivazione: Sommersa – Emersa
Substrato: Ricco di sostanze nutritive
Moltiplicazione: Piante avventizie
Difficoltà di coltivazione: Facile – Crescita media

 

Presente in commercio fin dagli anni ’70, è una specie poco esigente che, se coltivata in condizioni ottimali, tende a superare il livello dell’acqua.

Questa pianta palustre presenta lamine emerse largo-ovali, coriacee, di colore verde medio; foglie sommerse più o meno picciolate, di colore verde chiaro con 5 – 11 nervi.

 

Echinodorus palaefolius

 

Produce infiorescenze con fotoperiodo sia lungo che breve, esse sono più o meno ramificate, all’inizio si presentano erette e successivamente ricurve e striscianti con piante avventizie.

È da tenere presente che, se si tagliano le foglie più lunghe, quelle successive avranno un picciolo più corto.

 

Echinodorus palaefolius

 

Si consiglia per la coltivazione in acquari non molto grandi l’utilizzo di piante avventizie le quali sviluppano presto l’apparato radicale e formano rosette composte da foglie ellittiche.

 

_______________________________________________________

a cura di gio1265 – Foto: ex-portale poecilidi.com – © 2011 by Tropicalia, è severamente vietata la riproduzione anche parziale di testo e immagini senza il consenso dell’autore o dello Staff di www.tropicaliaonline.it.

 

Commenti chiusi