Ceratopteris thalictroides

Ceratopteris thalictroides

 

Nome scientifico: Ceratopteris thalictroides
Famiglia: Pteridaceae
Provenienza: Asia sudorientale – Australia settentrionale – America centrale
Valori acqua: Temperatura 22/28° – Durezza 6/15° – PH 6,5/8,5
Coltivazione: Ancorata al fondo – Lasciata fluttuare
Substrato: Senza particolari esigenze
Moltiplicazione: Piantine “figlie”
Difficoltà di coltivazione: Facile – Crescita veloce

 

Si tratta di una felce anfibia, chiamata anche Felce indiana, molto decorativa e poco esigente, dotata di rizoma corto ed eretto che si sviluppa bene sia radicata nel substrato, sia ancorata agli arredi, sia galleggiante.

 

Ceratopteris thalictroides

 

In coltivazione sommersa le foglie si presentano grandi e flessibili mentre, se la pianta si sviluppa fuori dall’acqua, le foglie sono più fragili e carnose. La forma e il colore verde chiaro risulta molto variavile a seconda della quantità di luce che ricevono. Le foglie sterili si presentano allo stadio giovanile pennatifide o profondamente incise per poi modificarsi mostrando una sagoma lanceolata; le foglie fertili, con picciolo non spugnoso, pennatifide, presentano da una a tre file di sporangi, ognuna composta da 32 spore.

 

Ceratopteris thalictroides

 

Ossigena molto l’acqua e contribuisce alla filtrazione biologica dell’acquario. Si sviluppa bene a diverse condizioni ambientali, non risente dello sviluppo algale ma, si rovina rapidamente se in vasca viene usato il permanganato di potassio.

 

_______________________________________________________

a cura di gio1265 – Foto: ex-portale poecilidi.com – © 2011 by Tropicalia, è severamente vietata la riproduzione anche parziale di testo e immagini senza il consenso dell’autore o dello Staff di www.tropicaliaonline.it.

Commenti chiusi