Anubias barteri var. barteri

Anubias barteri var. barteri

 

Nome scientifico: Anubias barteri var. barteri
Famiglia: Araceae
Provenienza: Nigeria – Camerun – Guinea equatoriale
Valori acqua: Temperatura 22/26 – PH 6,5/7,5 – GH 5/35
Coltivazione: Sommersa – Emersa
Substrato: Materiale d’arredo o ghiaia grossolana
Moltiplicazione: Divisione del rizoma
Difficoltà di coltivazione: Media – Crescita lenta

 

A crescita lenta questa pianta palustre si adatta bene alla coltivazione sommersa. Non gradisce illuminazione intensa, necessita di media fertilizzazione principalmente a base di ferro chelato, in mancanza di questo le foglie più vecchie vanno incontro a clorosi, che si manifesta con macchie rotonde e gialle. Il rizoma può essere piantato sia nella sabbia o ghiaia a grana grossa, sia fissato su materiale decorativo.

Presenta lamina lanceolata o stretto-ovale, apice appuntito, base arrotondata o leggermente cuoriforme, margine spesso ondulato, di colore verde o verde scuro.

La spata, allo stadio maturo, si presenta completamente aperta e leggermente ricurva, successivamente chiusa.

È una buona pianta per paludario ed è molto indicata per acquari con ciclidi.

In natura raramente cresce del tutto sommersa. Le piante si trovano spesso su rocce e tronchi, mentre, è raro trovarle abbarbicate al terreno.

 

_______________________________________________________

a cura di gio1265 – Foto: ex-portale poecilidi.com – © 2011 by Tropicalia, è severamente vietata la riproduzione anche parziale di testo e immagini senza il consenso dell’autore o dello Staff di www.tropicaliaonline.it.

Commenti chiusi